La mattina del 27 dicembre abbiamo navigato per circa 5 miglia fino alla vicina Isla Rancheria. Qui abbiamo trovato un piccolo paradiso terrestre. Quest'isola era di proprietà privata e quando il proprietario morì è stata acquisita dalla Smithsonian Society, una delle più importanti e rinomate associazioni di ricerca biologica al mondo.

Ci siamo ancorati in una bellissima baia nella parte orientale dell'isola dove abbiamo potuto fare snorkeling tra le più diverse popolazioni di pesci e tartarughe. Siamo rimasti stupiti di quanto fossero sicuri di sé e senza paura, avvicinandosi a noi a meno di un metro di distanza. Alcuni di loro sono apparsi piuttosto curiosi e si sono stupiti.

27/12/2018 17.21.23 W510

27 dicembre – Snorkeling a Isla Rancheria

27 dicembre – Snorkeling a Isla Rancheria

Dopo esserci goduti la vita marina, siamo atterrati con il gommone sulla spiaggia e abbiamo scoperto un sentiero che attraversava la foresta che in breve ci ha portato a una striscia d'aria abbandonata con una casa coloniale ad un'estremità. C'erano un paio di guardiani che ci hanno spiegato che questo era il campo base per i ricercatori Smithsonian specializzati in diversi campi, come la biologia marina, la primatologia, l'entomologia, ecc. Tuttavia, ci hanno permesso di esplorare l'isola, compresa la lunga e meravigliosa spiaggia di fronte a Coiba.

2018-12-28 10.06.16 DMC-FZ200

28 dicembre – Baia sul lato est di Isla Rancheria

28-12-2018 10.19.44 DMC-FZ200

28 dicembre – Campo base Smithsonian

28/12/2018 11.44.09 DMC-FZ200

28 dicembre – Veduta di Islas Cocos da Isla Rancheria

28/12/2018 10.35.36 DMC-FZ200

28 dicembre – Spiaggia sul lato sud di Isla Rancheria

28/12/2018 10.44.46 DMC-FZ200

28 dicembre – Spiaggia sul lato sud di Isla Rancheria

Le impronte di coccodrillo sotto non c'erano quando siamo entrati per la prima volta in sp28-12-2018 11.09.10 DMC-FZ200iaggia!28-12-2018 11.20.02 DMC-FZ200

Dopo un paio di giorni, siamo salpati per Granito de Oro, un isolotto a est di Coiba, un paradiso per le immersioni e lo snorkeling. Qui abbiamo ammirato ancora più pesci e tartarughe che a Isla Rancheria, compreso uno squalo nutrice (noto per essere non aggressivo nei confronti degli esseri umani). Una tartaruga, mentre nuotava in superficie per riprendere fiato, si è avvicinata proprio davanti alla maschera di Gemma. Abbiamo continuato a fare snorkeling diverse volte ed è stata sempre un'esperienza unica e indimenticabile!

29/12/2018 14.39.07 DMC-FZ200

29 dicembre – Isla Granito de Oro

29/12/2018 15.56.41 DMC-FZ200

29 dicembre – La gente viene a Isla Granito de Oro anche in elicottero!

28-12-2018 16.02.05 W510

28-12-2018 16.09.22 W510

28/12/2018 16.24.28 W510

29 dicembre – Snorkeling a Isla Granito de Oro

La mattina dopo il nostro arrivo a Isla Granito de Oro, i ranger del Parco sono venuti alla nostra barca chiedendoci di pagare quella che pensavamo fosse una tassa oltraggiosa: 20 $ a persona + 60 $ per la barca / giorno. Quando abbiamo chiesto di pagare un importo più ragionevole, ci hanno gentilmente risposto che avrebbero dovuto verificare con il loro manager e se ne sono andati. Poiché dopo diverse ore non sono tornati, abbiamo deciso di partire e di navigare verso il punto successivo, il sito delle vecchie prigioni. Infatti, Isla Coiba è stata una colonia penale fino alla fine del XX secolo, dove le condizioni di vita dei prigionieri dovevano essere così terribili che a volte cercavano di scappare nonostante i coccodrilli, gli squali e la distanza dalla terraferma. Questo è anche il motivo per cui queste isole sono ancora incontaminate e presentano una tale varietà di fauna e flora. Abbiamo passato la notte ancorati davanti ai vecchi edifici e la mattina presto abbiamo preso il gommone per visitare la zona. Abbiamo scoperto che oggi questo è un sito per l'Aeronaval (la guardia costiera panamense) poiché alcuni soldati armati ci hanno gentilmente ma fermamente avvertiti di lasciare immediatamente Bahia Damas poiché l'intera baia è off-limits.

30/12/2018 07.25.22 DMC-FZ200

30 dicembre – Ex colonia penale a Bahia Damas

Abbiamo gettato l'ancora e abbiamo scelto come destinazione successiva Isla Jicaron, a sud di Coiba. Ancoriamo in una bella baia nel nord dell'isola e decidiamo di scendere a terra con il gommone. È stata una decisione troppo rapida, poiché quando ci siamo avvicinati alla spiaggia abbiamo dovuto affrontare un atterraggio avventuroso a causa delle onde che si infrangono. La ricompensa è stata uno spettacolo allestito da uno stormo di pellicani che stavano pescando con spettacolari tuffi in acqua.

Il giorno successivo, l'ultimo giorno del 2018, siamo salpati per Isla Jicarita, dove abbiamo trascorso il capodanno nell'ancoraggio più rotolante che abbiamo vissuto durante tutto l'anno – possiamo dire che abbiamo ballato tutta la notte! È stato sicuramente un modo molto particolare di iniziare il 2019 … Per i curiosi, la nostra cena consisteva in lenticchie e un "pesce finto" (tonno in scatola, patate lesse, capperi e maionese fatta in casa nostra) accompagnati da un italiano più che decente Prosecco acquistato a Panama.

Il 1 ° gennaio ci siamo spostati verso acque più calme a Ensenada Hermosa sul lato ovest di Coiba. Qui abbiamo trascorso due giorni godendoci un ottimo snorkeling e una bellissima spiaggia dove abbiamo potuto avvistare una scimmia cappuccino che faceva il suo rumoroso spettacolo su un ramo appena sopra di noi. Dalla spiaggia si poteva risalire un piccolo ruscello di acqua fresca e limpida; è stato fantastico fare un bagno in una bella piscina naturale fredda. Tuttavia, l'incontro ravvicinato più impressionante è stato con un pesce giallo brillante, lungo circa 2 cm, che ci ha seguito per tutto il tempo in cui abbiamo fatto snorkeling, e se ne è andato solo quando abbiamo raggiunto la barca e siamo usciti dall'acqua. Ci siamo chiesti quale fosse il significato di tale comportamento "affiliativo"!

02/01/2019 12.26.31 W510

2 gennaio – Gemma e il nostro animale domestico temporaneo, il minuscolo pesce giallo

Il 3 gennaio, mentre stavamo facendo colazione, abbiamo sentito dei colpi allo scafo: si trattava ancora di una barca dei ranger del Parco che ci informava che dovevamo andare alla stazione del Parco per pagare le quote di iscrizione oppure lasciare subito l'isola. Dato che questo era davvero il nostro ultimo posto che intendevamo visitare, abbiamo lasciato questo bellissimo parco marino, salpando per tornare a Isla Secas.

01-01-2019 13.31.19 DMC-FZ200

3 gennaio – Un sula che fa un giro sul nostro bimini che naviga verso Isla Secas

Da Pedregal a Isla Canal de Fuera (105 nm)
Gli ultimi giorni a Panama (120 nm)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *