Il 24 gennaio ci siamo diretti verso le banchine di Naguargandup, ancorando di fronte alla Cambombia, a est delle banchine. Questa bellissima isola ospita due famiglie Kuna molto amichevoli, che gestiscono un "ristorante" che serve tra gli altri piatti la "cambombia", un guscio molto comune e di facile reperibilità in questa zona.

Cambombia

Al ristorante non eravamo soli, dal momento che due gruppi di italiani con i loro clienti si sono uniti al nostro lunghissimo e unico tavolo. La cena è stata accompagnata da musica moderna ad alto volume che contrastava un po 'con l'ambiente molto semplice e naturale. Questo in qualche modo evidenzia il contrasto tra la vita semplice dei Kuna che non usano nemmeno la luce elettrica e le necessità portate dai turisti.

Cambombia

Abbiamo trascorso i seguenti giorni navigando tra le nostre isole preferite, tutte vicine alla Cambombia. Il 31 gennaio abbiamo incontrato Francesco e Maria (amici di Mirko – vedi post precedente) che si sono uniti a noi per la cena; abbiamo passato una piacevole serata, godendoci un po 'di mondanità che per noi scarseggia in questo periodo!

Nargana e Corazon de Jesus

Nargana – Case con bagno (a sinistra nella foto)

Uno dei fattori che influenza la nostra rotta di navigazione è la necessità di rifornirsi di provviste, in particolare cibi freschi come frutta e verdura. In questa zona a volte ci sono persone Kuna che portano in ulu (canoa) pesce, aragoste e talvolta anche verdura e frutta. Tuttavia questo accade "per caso", quindi l'alternativa è recarsi in una delle poche isole dove si possono trovare dei negozi di base. Nargana e Corazon de Jesus sono due isole collegate da un ponte dove ci sono "diversi" negozi che vendono articoli "lussuosi" come pasta, pane e biscotti.

Queste isole dispongono anche di una lavanderia dove una signora lava i panni a mano utilizzando l'acqua del fiume portata da un sistema di tubazioni semplice ma funzionale proveniente dalla terraferma. Questo approvvigionamento idrico è piuttosto unico nell'area poiché l'acqua dolce proviene tipicamente dalla pioggia. Questo è il motivo per cui le capanne Kuna sono tipicamente circondate da barili di plastica.

Lavanderia a Nargana

Inoltre, Nargana è l'unico posto dove è abbastanza sicuro lasciare la spazzatura (basura) che apparentemente viene portata sulla terraferma. In tutte le altre isole la spazzatura viene bruciata (sì, compresa la plastica; è considerata il minimo dei danni all'ambiente sia da Kuna che dagli incrociatori) o semplicemente gettata in mare. Questo è davvero un grosso problema per noi e per la maggior parte dei marinai. Raccogliamo la spazzatura in secchi diversi a seconda del materiale, come siamo abituati a fare in casa, ma qui è inutile perché non ci sono mezzi (e una cultura) per smaltire adeguatamente la spazzatura differenziata.

Ponte tra Nargana e Corazon de Jesus

Central Park a Nargana

Ritorno a Panama
10 giorni alle San Blas con Marie-Helene e Thierry

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *